martedì 4 settembre 2012

Le banconote sono ITALIANE..


Andando a fare spesa, mi sono visto dare come resto una banconota da 20 €uro più qualche moneta di centesimo, la banconota era nuova nuova, sembrava appena stampata, l'ho guardata bene ed ho letto nello spazio riservato alla firma del presidente della BCE "Mario Draghi". E' ormai quasi un anno che marietto nazionale è stato eletto capo della maggiore e più importante istituzione internazionale a livello europeo. Tutti conosciamo il ciclo della moneta e sappiamo che questa viene stampata dalle varie zecche va in circolazione e poi piano piano ritorna in banca, se questa è ancora "buona" ritorna in circolazione altrimenti la banca la spedisce alla zecca che provvede a stamparne una nuova nuova (appunto) di zecca.
Le nuove monete hanno tutte la firma dell'italiano Mario Draghi, ex governatore della banca d'Italia, questo a mio giudizio è motivo di riflessione e di orgoglio. Aprendo i giornali non si fa altro che vedere grafici andanti al ribasso, si parla dello spread, degli indici di borsa ma anche e soprattutto di indici di natura economica, come il Pil, l'occupazione giovanile e non, la produttività e chi più ne ha più ne metta, e dura quindi trovare in un periodo così buio per l'economia italiana un risultato statistico positivo. Ho girato numerosi siti internet, ho scovato in centinaia di ricerche universitarie, ma alla fine lo spiraglio, l'illuminazione l'ho trovata al supermercato, proprio davanti agli occhi di tutti, sulle monete, che da ormai 10 anni sono monete uniche europee e su di esse è riposta la  firma di Mario Draghi un italiano che senza barriere doganali, senza limitazioni viaggia in tutta l'europa. Mario Draghi che ha già pronta la ricetta per risollevare l'economia europea ma che si vede ostacolato da una serie limitazioni d'attribuzioni di poteri oltre che ostacolato dalla tedesca Angela Merkel. Mario Draghi vuole una banca europea libera di poter acquistare e vendere titoli di stato che il vincolo di stabilità vieta di fare, Mario Draghi sa che se l'Europa assumesse tutto lo stesso debito, le economie nazionali respirerebbero. 27 nazioni hanno votato un italiano alla guida della BCE in un momento economico cosi difficile, eureka!! questo è un dato positivo l'ho trovato finalmente. Questo deve dare la forza alla nostra economia di respingere gli attacchi degli speculatori, che aimè la maggior parte delle volte sono proprio banche governate dalla stessa banca la cui firma sulle sue monete risulta essere di un italiano.

1 commento:

  1. purtroppo non è un argomento in cui sono ferrato, quindi mi astengo...faccio solo i complimenti al tuo acume.

    RispondiElimina